Ogni giorno è un nuovo giorno
5 Ottobre 2020
Puoi vivere una vita straordinaria
18 Novembre 2020

Il pettirosso di Kahlil Gibran

Durante tutta la lunga storia dei labirinti, ogni volta e dovunque la società sta attraversando un periodo di rapido cambiamento e sviluppo, il labirinto è fiorito.

Ora, l’umanità sta cercando il cammino sicuro del labirinto in un mondo incerto e confuso.

Jeff Saward, Labyrinth Historian

Siamo di nuovo in lockdown e mi trovo costretta a sospendere anche i pochi incontri che eravamo riuscite/i a mettere insieme seppur con poche persone.
Chi mi conosce un po’ sa che non amo gli incontri on Line ma…
per mantenere un “filo di connessione”,  per mantenere vivace e attiva la nostra socialità, per sentirci meno sole/i e per dar da “mangiare” a cose positive e motivanti troviamo il modo di stare insieme.

Il brutto (uso questo termine per gentilezza) si nutre di rabbia e paura e noi facciamo il possibile per guardare al buono e al bello nutrendoci di gioia e amore.
Quando sei circondato/a da troppe parole, troppi vocii, la poesia aiuta a scaldarti il cuore.
Il tempo e il silenzio sono preziosi. Prendi il tuo tempo e fanne un capolavoro.
Ascolta in silenzio quello che dice il cuore. Io ho trovato questa poesia.

Il pettirosso

O pettirosso, canta,
che è nel canto il segreto dell’eternità!

Avrei voluto essere come sei tu,
libero da prigioni e catene…

Avrei voluto essere come sei tu…
anima che si libra sulle valli

libando la luce come vino da ineffabili coppe.

Avrei voluto essere come sei tu,
innocente, pago e felice,
ignaro del futuro e immemore del passato…

Avrei voluto essere come sei tu,
per la tua bellezza, la tua leggiadria
e la tua eleganza,
con le ali asperse della rugiada
che regala il vento.

Avrei voluto essere come sei tu,
un pensiero che fluttua sopra la terra
ed effondere i miei canti
tra la foresta e il cielo…

O pettirosso, canta,
dissipa l’ansia ch’io sento!

Io odo la voce che è dentro la tua voce
e sussurra al mio orecchio segreto.

Kahlil Gibran

Grazie grazie grazie 

Quindi, con poco preavviso (lo so) ho pensato di passare un’oretta insieme con il “finger labyrinth” domenica pomeriggio 8/11/2020 alle 17 su zoom. 
Ti serve la fotocopia del tuo finger labyrinth. Se non ce l’hai lo trovi nel mio google drive:  Clicca qui nel mio google drive
Ti metti comodo/a con la tua fotocopia, una candela e un incenso creando così il tuo spazio “magico”.
ed io ti aspetto a questo il link di zoom : 
https://us04web.zoom.us/j/5445805652?pwd=dmdXVnV5bllHQkVqYzZoM3U3cGpEdz09

Per collegarti é sufficiente che hai l’app di zoom sul telefono o zoom scaricato sul desktop del tuo computer. Se sei collegato/a via cavo a volte è più facile rimanere connessi senza perdere la linea. 
Non dovrebbe servirti la password. E’ zoom gratuito e quindi dopo 40 minuti perdiamo la linea ma abbiamo sperimentato nello scorso lockdown che si rientra con facilità con lo stesso accesso dopo pochi minuti. 

Anche nel sito www.coloridellanima.org alla pagina Risorse trovi e-books e video.
Il link è questo : https://coloridellanima.org/risorse/ 

Ti ringrazio di ❤️se vuoi essere con me. Insieme e’ meglio e più facile 🌀🙏
Un abbraccio Dani 

Comments are closed.